Unione europea: le lezioni (in corso) della pandemia

CSF PP48Brugnoli

 Flavio Brugnoli
 Giugno 2021 




Il virus SARS-Cov-2 e il Covid-19 hanno colto di sorpresa il mondo e lo stanno trasformando. L’Unione europea (Ue) non ha fatto eccezione e da questa terribile esperienza uscirà trasformata. Come? Per immaginare il “dopo” è necessario partire da “prima” della pandemia e ripercorrere gli sviluppi “durante” la pandemia, avendo ben presente quello che “intanto” accadeva e accade intorno a noi.
L’Ue che si è trovata ad affrontare la pandemia dai primi mesi del 2020 aveva già dovuto fare fronte, negli anni precedenti, a una molteplicità di crisi, da quella economico-finanziaria esplosa nel 2007-2008, a quella dei migranti, al referendum sulla Brexit. Passaggi critici molto diversi tra loro, ma che hanno messo in luce dilemmi economici e problemi istituzionali destinati a riproporsi al cospetto di nuove crisi. Al tempo stesso, l’esito delle elezioni europee del maggio 2019 aveva annunciato l’avvio di un possibile nuovo ciclo politico, che si è rilevato fondamentale per provare a rispondere in modo innovativo ai costi economici e sociali della pandemia.
D’altro canto, la pandemia ci ricorda una volta di più che l’Ue si muove in un contesto globale in costante cambiamento: dall’emersione di nuovi giganti statali (come Cina e India) ed economici (come le mega-imprese digitali), alla parabola vissuta dagli Stati Uniti dalla vittoria di Donald Trump a quella di Joe Biden, all’impatto sempre più pervasivo dei mutamenti climatici. Cambiamenti che hanno segnato anche un ripensamento del multilateralismo e del processo di globalizzazione, con il Covid-19 che sembra destinato a fare da acceleratore di queste trasformazioni. [...]

Centro Studi Federalismo

© 2001 - 2023 - Centro Studi sul Federalismo - Codice Fiscale 94067130016

Fondazione Compagnia San Paolo
Le attività del Centro Studi sul Federalismo sono realizzate con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo
Fondazione Collegio Carlo Alberto
Si ringrazia la Fondazione Collegio Carlo Alberto